Scopri l'Ancient Oils Collection olii preziosi che profumano di storia

pubblicato il 30/11/2020
da Dana Goldoni

A Natale, ritorna alle origini, avvolgiti nei profumi della storia della nostra civiltà: prova Ancient Oils Collection


Quando parliamo di oli essenziali sappiamo che ci immergiamo nella cultura e negli usi delle antiche popolazioni che hanno vissuto prima di noi e che hanno trasmesso le loro cure, il loro sapere di famiglia in famiglia. Io amo moltissimo la storia e mi sono tante volte documentata sull'uso di olii e unguenti nelle antiche civiltà, la profumeria mi appassiona fin dalla notte dei tempi! L’estrazione delle essenze aromatiche è un’arte antichissima che ha impegnato l’uomo da tempo immemore; si ha testimonianza del loro impiego in India, Cina, nel Medio Oriente e in Europa. Durante le mie lezioni ricordo spesso le giare ritrovate nella tomba di Tutankhamon contenenti un unguento di incenso ancora integro e chimicamente stabile!

L'Ancient Oil Collection comprende 6 olii essenziali utilizzati fin dall'antichità dalle persone più illustri per i loro effetti benefici e per il loro agire sul benessere.

         

Mirra (Commiphora myrrha 5 mL): Antichi registri mostrano che la Mirra era considerata così preziosa che a volte veniva valutata per il suo peso in oro. La mirra è stata utilizzata nel corso della storia nei profumi e nelle cerimonie religiose e per i suoi benefici per la salute: supporta la funzione cellulare, mantiene protetti denti e bocca, promuove il rilassamento. 

                           

Incenso (Boswellia carterii, Boswellia sacra, Boswellia papyrifera, Boswellia frereana 5 mL): Oltre ad essere noto già nel Nuovo Testamento, gli Assiri e i Babilonesi bruciavano incenso nelle cerimonie religiose mentre gli antichi Egizi usavano l'incenso in molte occasioni, dalla preparazione dei profumi a quella delle creme per la salute della pelle.

                                                 

Galbano (Ferula galbaniflua 5 mL): gli egiziani usavano il galbano come incenso e per il processo di imbalsamazione. Le civiltà romana e greca lo usavano nei prodotti di bellezza e nei profumi. La resina di galbano ha un profumo naturale, "verde" molto intenso, le note iniziali sono amare, acri seguite da una complessa fragranza verde, speziata, legnosa, balsamica. L'alto contenuto di pinene e limonene ci fanno pensare ai pini, alle mele verdi, al muschio. Un olio davvero speciale, per intenditori, in profumeria alcuni dei più prestigiosi profumi hanno proprio tra i componenti fondamentali il galbano. E' molto utile come sostegno delle vie respiratorie e del tratto gastrointestinale.

                                                                      

Issopo (Hyssopus officinalis 2,5 mL): Appartenente alla famiglia della menta, era considerato sia dai Greci che dagli Ebrei un'erba sacra. È menzionata più volte nell'Antico Testamento ed è conosciuta come una delle erbe più antiche utilizzate dagli esseri umani. E' un olio tonificante, usato in diffusione dona sostegno in caso di stress, sostiene il sistema nervoso ed è utile in caso di stanchezza psicofisica. E' un olio che eleva la spiritualità e rende la mente più chiara e lucida. Lenitivo per il gonfiore addominale, balsamico,utile nei mesi più freddi per prevenire i problemi stagionali.

                                                                                           

Cisto (Cistus ladaniferus 5 mL): "Puro il cisto deve avere un odore selvatico e far sentire l'odore del deserto", scriveva Plinio. Noto anche come Rock Rose e Labdano, l'uso di Cistus per profumi e incenso era noto ai tempi della Bibbia. Erodoto ne parla così "Ha un profumo assai gradevole sebbene provenga da un luogo molto maleodorante, si raccoglie infatti nella barba dei caproni. Quando le bestie escono dai cespugli, vi si attacca come la colla". Il cisto infatti èha come caratteristica una gomma, il labdanum, termine derivato dal siro-fenicio ladan, "l'erba con la colla". Per secoli il Cisto è stato utilizzato durante la meditazione, per la salute della pelle, è un grande sostegno del sistema immunitario contro i mali stagionali.

                                                                                                                 

Mirto comune (Myrtus communis 5 ml): noto anche come il pepe della Corsica, è stato utilizzato per migliaia di anni come simbolo di amore, onore, felicità e generosità. I suoi benefici erano ben noti già nel 600 a.C. Nella Bibbia, era usato nelle cerimonie di purificazione.







Cerca il consulente più vicino a te


Cerca





Contattaci per avere maggiori informazioni





Area riservata







Scarica l'eBook

Compila i campi per ricevere gratis l'eBook
Benefici emozionali dell'aromaterapia.


Privacy Policy      Cookie Policy